Advertisements

Incredibile: Cristiano Malgioglio vittima di un fantasma!

imageChissà come si sarà sentito il grande Cristiano Malgioglio a contatto con un fantasma! Ebbene sì, il divo platinato ha rilasciato un intervista per Mistero Magazine in cui racconta di questo ‘incontro ravvicinato del terzo tipo’. E non si trattava di un fantasma qualunque, bensì quello della celebre Marilyn Monroe. Ma senza anticipare nulla, leggiamo direttamente il racconto dell’artista, reduce dall’esperienza di opinionista dell’ultima edizione del Grande Fratello:

“Ero a Ibiza, ospite nella casa di Marcella Bella, ricavata da un antico hotel che nella prima metà del Novecento era meta di molte star di Hollywood. Mi era stata assegnata la stanza che prende il nome da Marilyn Monroe perché la grande diva aveva a lungo soggiornato lì, al punto che ci sono ancora la sua sedia e il tavolino dove faceva colazione. Fin da quando sono entrato in camera ho provato una strana inquietudine: la luce andava e veniva, c’erano continui cali di tensione elettrica, le tende continuavano a spostarsi impercettibilmente anche se fuori non tirava un filo di vento.”

Poi Malgioglio prosegue dichiarando: “Io ho aperto la valigia e ho subito riposto le mie cose nell’armadio, innervosendomi perché non riuscivo a trovare una delle mie amatissime spalline, dalle quali sono inseparabile. Il mattino dopo ho preso il phon per asciugarmi il ciuffo e non appena l’ho acceso, il beccuccio è partito come un proiettile ed è andato a infilarsi sotto il bidet… Dove ho ritrovato la spallina perduta. Un piccolo episodio che non ha una spiegazione razionale ma che io ho interpretato come segno forte e chiaro della presenza di Marilyn, forse seccata dall’intrusione di un’altra ‘diva’ nella sua stanza preferita”.

Si sarà trattato davvero del fantasma della nota attrice scomparsa negli anni sessanta? E Marcella Bella ha mai riscontrato altre strane presenze in casa? Bisognerà indagare ancora un po’ per rispondere a queste domande.

Advertisements

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *