Advertisements

Loredana Bertè racconta la sua vita in un’autobiografia

image

È considerata una delle più grandi artiste della musica italiana: eclettica, versatile, seducente sono solo alcune delle sfaccettature della sua personalità. Sicuramente porta nell’anima una grande sofferenza: la morte di sua sorella, la grandissima ed indimenticabile Mia Martini. Stiamo parlando di Loredana Bertè, che decide di raccontarsi in una lunga intervista rilasciata a Vanity Fair e nella sua autobiografia intitolata “Traslocando”. La cantante ha preso questa decisione perché vuole raccontarsi col cuore in mano e nei minimi dettagli in modo tale che nessuno in futuro possa scrivere cose non vere sulla sua vita o su quella dei suoi cari.

Da quest’intervista emerge l’odio verso il padre, un uomo violento, che picchiava la moglie e addirittura arrivava a praticare autoerotismo davanti alle figlie piccole. La stessa Mimì diceva alla piccola Loredana di fare finta di dormire e di non guardare. La vera tragedia però doveva ancora arrivare ed è stata la perdita della sorella maggiore. Mia Martini, che stava attraversando un periodo assai difficile, aveva chiesto a Loredana di accettare un cellulare che le avrebbe regalato lei stessa al fine di avere la possibilità di sentirla sempre. Loredana, da spirito libero quale è, non accetto questo regalo. Poco tempo dopo Mimì fu ritrovata morta e quel regalo rifiutato si trasformò in un grande rimorso.

Subito dopo questo nefasto evento, la Bertè subì le conseguenze della separazione dal marito, il tennista Björn Borg. Da questo periodo difficilissimo, la stessa cantante dichiara che non riuscirà più a riprendersi totalmente e che il tempo non è riuscito a rimarginare le ferite. Ancora oggi, a distanza di molti anni, pensare a Mimì le provoca dolore; come se fosse accaduto ieri. Loredana, coraggiosissima nel raccontarsi così apertamente, è il chiaro esempio di come nulla possa supplire alcune mancanze nella vita umana: nè soldi, nè fama, nè successo possono restituirle quell’amore che solo sua sorella sarebbe stata in grado di darle.

Advertisements

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *